Questo sito utilizza solo cookie tecnici, propri e di terze parti, per il corretto funzionamento delle pagine web e per il miglioramento dei servizi. Se vuoi saperne di più, consulta l'informativa

Bancolat

Nel 2008 il Centro Enrico Avanzi ha attivato il sistema di vendita diretta del latte crudo attraverso il BANCOLAT, il distributore automatico  posizionato all’ingresso della bancolat foto1stalla di Piaggia

Lo scopo di questa esperienza è quello di creare un legame stabile e di fiducia tra produzione agricola locale e popolazione civile, realizzando così una filiera corta sostenibile ed economicamente vantaggiosa per entrambe le parti

La qualità del latte dipende da numerosi parametri che riguardano la fase di allevamento e quella della trasformazione per il consumo finale. Il latte ‘crudo’ è definibile come latte non sottoposto ad una temperatura superiore a 40°C né ad alcun trattamento ad eccezione di quello di  filtrazione e di refrigerazione dopo la mungitura. Esso presenta caratteristiche organolettiche e nutrizionali inalterate rispetto a quelle naturali, ottimali se confrontate con quelle di un qualsiasi altro tipo di latte alimentare

Il latte crudo erogato dal BANCOLAT proviene da bovine di razza Frisona Italiana in buono stato di salute e nutrizione (ad oggi 70 capi in lattazione). La produzione del latte è gestita con tecniche non intensive. Gli animali sono allevati a stabulazione libera su lettiera di paglia e munti quotidianamente due volte al giorno, a distanza di dodici ore. Il bestiame è alimentato con foraggi (fieni ed insilati) coltivati sulle superfici appartenenti al Centro Enrico Avanzi; per sopperire a specifiche integrazioni di elementi nutritivi si ricorre a farine acquistate esternamente. Tutti gli alimenti sono privi di OGM

L’operazione di mungitura: gli animali vengono munti igienicamente avviene attraverso una mungitrice meccanica nel rispetto delle norme igieniche. Il latte appena munto e filtrato viene convogliato in un tank frigorifero di acciaio dove viene raffreddato e mantenuto tra 0°C e +4°C; successivamente trasportato al distributore, garantendo il rispetto della catena del freddo. Al consumatore viene garantito sempre il latte munto più recentemente, che non ha mai più di 24 ore

I bovini sono sottoposti a continuo controllo da parte del personale e del veterinario aziendale. Tutte le fasi di allevamento sono coerenti con le normative nazionali e comunitarie previste. Attualmente solo il 10% della produzione totale di latte viene venduto tramite il distributore automatico. Le quantità rimanenti sono avviate, in percentuali differenti, ad aziende di trasformazione tra le quali Centrale del Latte di Firenze e il Caseificio Busti